Approdi su quest'isola chi ama e fa amare la cucina

domenica 25 marzo 2012

GNOCCHI AI CARCIOFI

RICETTA PER: 2 PERSONE                    PREPARAZIONE: 40 MINUTI      
INGREDIENTI: 2 carciofi, uno spicchio di aglio, 3 patate, un uovo, un pizzico di sale, 200 gr farina 00, burro q.b., olio extra vergine di oliva, parmigiano reggiano.

Ah i carciofi, che passione...  Io amo quelli con le spine, così odiosi da pulire ma così buoni! Questa ricetta li sposa bene con un primo piatto buonissimo: gli gnocchi. Allora, buon appetito!  
Soffriggere in padella 2 carciofi già puliti e tagliati a fettine a fuoco lento con uno spicchio di aglio. Quando saranno morbidissimi, toglierli dal fuoco e frullarli finemente, far bollire 2-3 patate circa 20 minuti e passarle con lo schiacciapatate quando saranno cotte.

Poi impastare la purea di patate e di carciofi, un uovo intero, un pizzico di sale e farina (io vado a occhio in base alla consistenza dell'impasto ma potrebbero essere circa 150-200 gr), finchè non diventa compatto abbastanza da poter creare un "salame" arrotolando il composto con le mani.
Con il coltello tagliare il "salame" a pezzetti e trasformarli in palline passandoli nelle mani con un po' di farina. Infine, far cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata. Scolarli con la schiumarola e farli saltare delicatamente in padella con una noce di burro. Servire con un filo di olio extra vergine di oliva e una grattata di parmigiano reggiano.

3 commenti:

  1. Grazie per questa ricetta, carciofi e gnocchi sono una combinazione perfetta. Li ho provati anche io seguendo alla lettera (materia prima permettendo) la tua ricetta. Gnocchi gustosissimi ma mi sono rimasti un po' molli, forse per colpa della farina che ho usato che non era 00. Riprovero' presto.

    RispondiElimina
  2. Che belli! mi ispirano un sacco!

    RispondiElimina
  3. @ Micaela: hai ragione, non sono paragonabili a gnocchi normali, rimangono per forza più morbidi... Bisogna fare molta attenzione quando si creano le palline e quando si buttano nell'acqua bollente per non rovinarne la forma. Una volta cotti di solito vanno meglio. Se però trovi l'impasto troppo morbido e difficile da lavorare basta aggiungere un po' di farina. (le mie ricette hanno delle dosi ma poi vado anche molto ad occhio aggiungendo qualcosina se c'è bisogno)
    Sul piano di marmo, metto sempre della farina di semola che aiuta a farli attaccare meno alle superfici (non l'avevo scritto nella ricetta). Riprova e poi dimmi! Un abbraccio!
    @ Sere: grazie, a me sono piaciuti tanto... Spero che piacciano anche a te se li provi. Baci

    RispondiElimina