Approdi su quest'isola chi ama e fa amare la cucina

sabato 24 novembre 2012

SFORMATO DI ZUCCA CON SALSA ALLE ACCIUGHE


DOSI PER: 6 sformatini
TEMPO DI PREPARAZIONE: 1 ora e 40 minuti circa

INGREDIENTI: (per gli sformati) 600 gr di zucca pulita, 2 uova, 1 porro, 100 gr di parmigiano grattugiato, 200 ml di panna da cucina (io ho usato panna di soia), qualche cucchiaio di pangrattato, sale q.b., olio e.v. di oliva.
(per la salsa di acciughe) Dose per 2 persone: una noce di burro, 1 cucchiaio di farina, 1 bicchiere di latte(o ho usato latte di avena), 5 filetti di acciughe sott'olio.

Eccoci qui alle pese con uno sformato di verdure! Così caldo e avvolgente, io ne vado matta. La versione che ho preparato oggi (per la verità l'altra sera) prevede come ingrediente principale la zucca. Io ne ho usata una di quelle con la pasta un po' più gialla, quelle che hanno la forma allungata, tanto per intenderci, perchè proveniva dall'orticello di mio padre. Se la dovete comprare credo sia ancora meglio quella rotonda, con una pasta bella arancione, così da far risaltare ancora di più il suo bel colore in cottura.
La zucca ha un gusto dolce e delicato, quindi... Che salsa abbinarci se non una bella corposa con il gusto forte e intenso delle acciughe? Vi garantisco che l'unione è perfetta. E poi, parliamoci chiaro, mica l'ho inventato io l'abbinamento zucca-acciughe... Il web è pieno di ricette che associano questi gusti! Un motivo ci sarà, no?
Anche se i tempi di preparazione sembrano un po' lunghi, in realtà la ricetta non è affatto complicata e per la prima metà della preparazione non necessita di grande attenzione da parte di chi cucina. Io ho letto il mio libro tranquilla mentre la zucca cuoceva, dando solo un'occhiata di tanto in tanto. Gli sformati poi sono cotti nel forno e anche qui, a meno che voi non vogliate stare davanti al forno ad osservare i loro cambiamenti millimetrici, potete occuparvi di altri piatti o di altre cose nel frattempo. Questa secondo me è una gran comodità quando si cucina.
Ultima brillante caratteristica di questo piatto è che gli sformati si possono anche surgelare dopo la cottura nel caso in cui (come noi) i commensali fossero solo due. Quando si scongelano si possono infornare direttamente e lasciare scaldare in forno una decina di minuti. Il gusto non si perde troppo e il risultato è comunque molto delicato.
Adesso passo a darvi le indicazioni per la preparazione salutandovi con tanto affetto!
Ho fatto rosolare il bianco del porro tagliato a fettine sottili in una pentola con un goccio di olio e.v. di oliva






Ho aggiunto la zucca già pulita tagliata a dadini.






 Ho coperto e lasciato stufare a fuoco lento per circa 40 minuti togliendo il coperchio negli ultimi minuti di cottura per far evaporare l'acqua in eccesso.





La zucca è risultata quindi ridotta in poltiglia e ben cotta. L'ho quindi trasferita nel mixer frullando bene.






Alla purea così ottenuta ho aggiunto due uova intere, il parmigiano grattugiato, qualche pizzico di sale (senza esagerare per non coprire il gusto della zucca) mescolando bene.





Quindi ho aggiunto qualche cucchiaio di pangrattato per rendere il composto più denso e la panna.






Ecco il composto che si ottiene.







Ho riempito degli stampini di alluminio precedentemente oliati con poco olio e.v. di oliva e ho infornato in forno statico a 170°C per circa 45 minuti. (I tempi di cottura possono variare un po' in base alle caratteristiche del forno)




Mentre gli sformati cuocevano sono passata alla preparazione della crema di acciughe. Ho sciolto in un pentolino una noce di burro.







Quindi ho aggiunto un cucchiaio di farina mescolando bene per far dissolvere i grumi e un bicchiere di latte continuando a mescolare a fuoco lento per qualche minuto.





Ho immerso nella crema di latte che si stava cuocendo i filetti di acciughe lasciandoli sciogliere brevemente. Quando la salsa ha aggiunto consistenza abbastanza cremosa l'ho trasferita nel mixer frullandola finemente e ripassandola brevemente sul fuoco per farla addensare ancora un po'.

Ho tirato fuori dal forno gli sformati, ho passato con un coltello i bordi interni degli stampini per farli staccare bene dalle pareti, quindi li ho impiattati delicatamente nel piatto di portata coprendoli abbondantemente con la crema.

E poi ce li siamo mangiati!

Buona cena a tutti, un abbraccio dall'Isola !!!

invio questa ricetta al contest:

METTIAMO UN PO' DI SALE INZUCCA









18 commenti:

  1. Ma che belle cenetta sulla tua Isola Giada,brava deve avere un bel saporino,a presto e buona domenica da Zagara & Cedro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ketty, buona domenica anche a te!

      Elimina
  2. Hai avuto un'idea stupenda Giadina! :D Bravissima, è bello anche da vedere, oltre che raffinatissimo! Sapori accostati magnificamente! :D Un bacione grande grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ricambio il bacione Ely, buona serata!

      Elimina
  3. è un idea bellissima,complimenti ha un aspetto delizioso...brava

    RispondiElimina
  4. Ciao! Quesato tortino va benissimo per Natale. Lo voglio!

    Grazie in anticipo.


    Erica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. WOW, che bello prendere le ordinazioni così... OK, a Natale facciamo lo sformato e... tante altre buone cose! Un bacione!

      Elimina
  5. lo proverò questa sera!grazie della bella e buona idea ciao sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabrina! Prego e... fammi sapere! Un bacione

      Elimina
  6. grazie giada io ho appena fatto una versione con i gamberetti che dici la salsina è comunque indicata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai dire mai... Bisogna provare per essere sicuri che stiano bene insieme. Certo che i gamberetti sono già saporiti da soli (a differenza della zucca che è un po' dolce). Temo che possano cozzare un po' i due gusti insieme. Però per saperlo bisogna provare... Se hai qualche amico "cavia" un po' simpatico prova e vedi cosa ne pensa. Poi... fammi sapere! Un bacione!

      Elimina
  7. Cercavo uno sformatino ed eccomi qua...
    Ciao, sono Lorena di Briciole di Sapori e ti faccio i complimenti per questa deliziosa ricettina.
    Da oggi mi trovi tra i tuoi lettori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lorena, che piacere! Ricambio volentieri come "follower", a presto, un bacio

      Elimina
  8. ciao, ho già fatto questi sformatini centinaia di volte.Sempre squisiti. Al posto della salsina alle acciughe, io li presento con una salsa al taleggio. Complimenti, ottima ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Che meraviglia con il taleggio, devono essere ancora più buoni... Gnam gnam! Proverò! Un abbraccio

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del tuo consiglio Piero, scusa se ho eliminato il tuo commento ma non lascio pubblicare link sul mio blog per motivi di spam. A presto

      Elimina