Approdi su quest'isola chi ama e fa amare la cucina

domenica 1 luglio 2012

UNA CENA PANTESCA

le melanzane grigliate



Sono tornata! Direttamente dalla perla nera del mediterraneo: Pantelleria... E' un'isola stupenda, ricca di fascino e natura incontaminata. Sembra impossibile riuscire a trovare queste qualità così vicino a noi, senza dover volare dall'altra parte del mondo. E invece credetemi, è davvero possibile!

E poi che fascino di sapori... Ho scoperto il gusto vero dei capperi (per carità, per conoscerli li conoscevo anche prima, ma non posso paragonarli a quelli panteschi). Un esplosione di sapore: quando li assaggi se chiudi gli occhi ti sembra di sentire il vento che li ha cullati, il mare che li ha specchiati, il sole che li ha scaldati e la terra che li ha nutriti. Quella terra così ricca di minerali, unica. E poi parliamo delle verdure... così semplici ma così gustose... E la capacità pantesca di cucinare con quello che la terra offre, creando piatti squisiti... Mi manca già tanto questa isola stupenda. Mi consolerò sorseggiando un bicchiere di passito di Pantelleria, anche qui aprirei una parentesi sulla differenza del passito che si trova da noi e quello che ho trovato là... Impagabile.

Per questa vacanza meravigliosa devo ringraziare le persone che hanno reso unico il nostro soggiorno, Gloria e Sauro con la loro ospitalità davvero difficile da eguagliare. Non intendo fare promozione turistica, per carità, ma se abbiamo scelto Pantelleria come meta per la nostra vacanza lo devo a loro e ai dammusi di Gloria, che ho trovato girovagando su internet e che mi hanno fatto venire voglia di visitare questa terra.

Ah... che difficile adesso tornare alla vita di tutti i giorni... Ma che si può fare, mica si può stare in vacanza tutta la vita...

Per non buttarmi troppo giù mi consolo con il vostro calore e condivido con voi il ricordo di una cena speciale, tutta centrata sulle bontà pantesche che ha cucinato Chiara, una ragazza piena di energia e abilissima cuoca che ho conosciuto là. Vi lascio con alcune immagini della nostra cenetta e la ricetta dell'INSALATA PANTESCA, un'insalatina buonissima che trae la sua forza dalla qualità della materia prima che si usa per cucinarla.
Ciao!
la pizza con olive, cipolla e capperi

pomodori ripieni al forno con pangrattato e mandorle


zucchine grigliate con la menta



INSALATA PANTESCA


TEMPO DI PREPARAZIONE: 20 minuti
DOSI PER: 4 persone

INGREDIENTI: 4 patate di media grandezza, una cipolla, basilico, 8 pomodori, 12 olive, 30 gr di capperi al sale di Panelleria, due foglie di insalata, olio, sale, sgombro sott'olio a piacere, origano.

Questa è la ricetta ufficiale della cooperativa agricola di produttori di capperi di Pantelleria. Chiara l'ha lievemente modificata con l'aggiunta di tonno al posto dello sgombro.

Bollire le patate, sbucciarle e tagliarle a fette. Aggiungere i pomodori e la cipolla tagliata a rondelle, il basilico tritato, le olive, lo sgombro (se desiderato) e i capperi dissalati. Condire con olio d'oliva, sale e spruzzare con origano.


6 commenti:

  1. Quando si fa una bella vacanza è sempre difficile tornare alla vita di tutti i giorni ma hai un bel ricordo e ci tornerai, questo è l'importante! Traspare tutto l'entusiasmo da quello che hai scritto,son contenta per te!
    La cenetta è deliziosa e anche l'insalata..da provare..con queste temperature si ha solo bisogno di piatti freschi!!
    Un abbraccio cara*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale! Eh si, è stata dura tornare ma è anche bello ritrovare la propria casetta dopo un bel viaggio... Provala l'insalatina, io l'ho trovata deliziosa. Sarà anche grazie ai prodotti locali di Pantelleria che sono molto saporiti. Un bacione!

      Elimina
  2. Ok ci arrendiamo!

    Noi ti avremo fatto venir voglia di dolce con il cupcake al cocco ma e tu? con tutte queste prelibatezze?? Abbiamo appena cenato leggero... io poi ho la gamba rotta e non mi posso muovere piu di tanto percio Dieta! l'acquolina...

    Hai visto che abbiamo un contest in atto vero? t va di partecipare?
    http://www.saporidicasamia.com/2012/06/un-pic-nic-in-riva-al-mare.html


    Baci
    Lucy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace tanto per la tua gamba... Poi con questo caldo, non ti invidio proprio. Non lo sapevi che le gambe è meglio romperle d'inverno? Scherzi a parte, in bocca al lupo per la guarigione. Il contest non l'avevo ancora visto, adesso preparo qualcosa degno di un pic-nic estivo e mi faccio viva. Un bacio

      Elimina
  3. ma quante prelibatezze... ho l'acquolina :-P
    un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh... non ci siamo fatti mancare nulla...

      Elimina