Approdi su quest'isola chi ama e fa amare la cucina

sabato 7 aprile 2012

RAVIOLI DI CARNE

RICETTA PER: 4 PERSONE
TEMPO DI PREPARAZIONE: un'ora


INGREDIENTI PER I RAVIOLI: 250 gr farina (metà 00 metà di kamut), 1 uovo intero + 1 tuorlo, 2 cucchiai di olio e.v. di oliva, 2 pizzichi di sale, acqua q.b.

PER IL RIPIENO: carne bollita (circa 300 gr), una manciata di riso bollito (meglio se è stato cotto nel brodo di carne), pepe, sale, olio e.v. di oliva, acqua q.b.
PER IL CONDIMENTO: ragù di carne

E' arrivata la Pasqua!!! A casa mia nelle feste c'è un piatto che non manca mai, che si tratti di Natale, Pasqua o Capodanno: i ravioli di carne!
Questa ricetta è nata come mio solito per "riciclare" un altro piatto, e cioè gli avanzi di un bollito di carne. Capita spesso che dopo aver mangiato un buon arrosto o un bollito misto si avanzino quelle tre, quattro fettine che nessuno ha più voglia di mangiare... Ecco allora che, come facevano le mie nonne, gli avanzi di carne si possono trasformare in ottimi ravioli. (Ammetto che i miei ravioli non si possono assolutamente accostare a quelli delle mie nonne, ma con le nonne è una battaglia persa già in partenza...)

Prima di tutto ho preparato il ripieno: ho messo nel mixer gli avanzi di carne (il pezzo di carne che avevo io era di circa 300 gr ed era quello attaccato all'osso che si usa anche per preparare il brodo di carne), il riso, un pizzico di sale, poco pepe e un cucchiaino d'olio per ammorbidire il tutto. Ho frullato gli ingredienti aggiungendo un goccio di acqua al bisogno. Il ripieno così preparato è molto leggero e digeribile perchè contiene davvero pochi grassi. Se non avete avanzi di carne e partite dal principio conviene far bollire la carne nell'acqua e preparare il brodo di carne (v. ricetta tortellini alla bolognese ) e poi in quel brodo far bollire il riso.
Poi, ho preparato la pasta: energicamente ho impastato tutti gli ingredienti (farina, uova, olio, sale) con pochissima acqua. Quando ho ottenuto una palla liscia e soda l'ho stesa con la macchinetta imperia (usando l'ingranaggio per la sfoglia più sottile). Al centro di ogni sfoglia ho messo diversi cucchiaini di ripieno intervallandoli di qualche centimetro, poi ho piegato la sfoglia a metà nel senso della lunghezza e ho premuto con le dita facendo aderire la pasta dove non c'era il ripieno. Infine ho creato i ravioli tagliando la pasta con il taglia-pizza.
Questo il risultato prima di cuocerli (non ce n'è uno uguale all'altro, che ridere, ma così sono più artigianali)

Li ho lasciati asciugare qualche ora e poi li ho fatti bollire in abbondante acqua salata per 3 minuti circa, scolandoli con la schiumarola (molto delicatamente) e condendoli con il ragù di carne.
Possono anche essere surgelati e cotti in un secondo momento. Buona Pasqua a tutti!!!


2 commenti:

  1. Pasta strepitosa, grazie anche al fascino della macchina Imperia della nonna... Giada ha fatto rivivere un antico spirito, un gusto che deve essere tramandato... Era giusto fare una doverosa postilla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mitiche nonnine... sempre nei nostri pensieri!!!

      Elimina